Incontro sul progetto antiracket”BLU DI METILENE”

Iniziativa organizzata dal presidio di Jesi “ Libera associazioni nomi e numeri contro le mafie”
Per informazioni: liberajesi@gmail  tel 3387027190 (Irene) 3485255661 (Filippo)

Stampa

 

Le foto

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Annunci

Laboratorio di maieutica reciproca

Progettare collettivamente e gestire le dinamiche di gruppo, questi i temi principali affrontati durante i laboratori di maieutica reciproca condotti dal formatore  Francesco Cappello, in cui si è sperimentato il metodo maieutico di Danilo DolciUn percorso di crescita collettiva  con l’obiettivo di :                                                                                                                                                                      – alimentare in ciascuno la consapevolezza di come sia importante per il gruppo ogni specifico apporto individuale, ogni esperienza particolare, ogni diverso modo di guardare e di vedere, aiutando a far venire alla luce idee, relazioni, identità, progetti possibili                                                   – riconoscere le dinamiche di gruppo e saper gestire i conflitti in modo costruttivo                               – rafforzare la squadra operativa dei soci attivi                                                                                                   – riuscire a lavorare in rete con le altre associazioni partner                                                                          – dare competenze, conoscenze e metodo ai soci per condurre ed animare percorsi partecipativi finalizzati a costruire senso condiviso attorno a progetti di cittadinanza attiva, in particolare relativamente a Villa Borgognoni.

I lavori proseguiranno nei mesi di Marzo e Aprile

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

I laboratori del giovedì….Carta fatta a mano

Il primo laboratorio di febbraio è stato dedicato alla riscoperta di antiche botteghe…..Il CARTAIO.

E’ sempre molto interessante ripercorrere antichi ritmi e tecniche di lavoro a noi, ormai, così lontane. La cura dei dettagli, la pazienza nell’attesa del prodotto finito, la unicità dei manufatti  ci fanno riflettere sul grande valore di oggetti che nel nostro correre quotidiano diamo ormai per scontato.

Un ringraziamento particolare va ad Adriana Argalia per le bellissime foto

P1100703